Bambino sepolto vivo dalla madre viene fortunatamente recuperato ma in gravi condizioni

Sembra che ogni giorno il mondo diventi un po ‘più insensibile, un po’ meno attento. Forse è semplicemente il fatto che i social media consentono di condividere storie e diffondere la loro portata più ampia che mai, esponendoci quindi a informazioni a cui normalmente non saremo soggetti.

In ogni caso, pochi possono negare che esistano quelle storie che si distinguono anche in un panorama del giornalismo deciso a raccontare distruzione e caos. Questa particolare storia, riguardante un gruppo di operai sudafricani che hanno trovato un bambino che era stato sepolto vivo dalla madre, si trova certamente in quella categoria.

Dopo aver sentito quello che sembrava un piangere al di fuori della loro fabbrica, i lavoratori hanno deciso di indagare sulla fonte del rumore. Hanno dissotterrato un bambino che, in seguito, sarebbe stato lasciato morto da sua madre  tre giorni  prima.

Secondo i rapporti , la madre di 25 anni, che lavorava anche nella fabbrica di legname nella città di Paddock, provincia di KwaZulu-Natal, in Sudafrica, ha lasciato il suo bambino sotterrato perché era spaventata perché i suoi genitori si sarebbero arrabbiati.

Credendo che l’avrebbero rimproverata per avere un secondo figlio, ha seppellito il piccolo con la sabbia e il legname dalla fabbrica.

Secondo il  Daily Mail , il capitano Gerald Mfeka disse: “Sentendo il trambusto, la madre confessò che il bambino era suo. La sua spiegazione era che aveva paura dei suoi genitori.

“Era il suo secondo figlio, il maggiore di quattro anni, e sentiva che i suoi genitori non avrebbero approvato un altro bambino.”

View image on Twitter

Dopo essere stato scoperto dagli operai della fabbrica, il bambino è stato portato di corsa all’unità di terapia intensiva nell’ospedale regionale di Port Shepstone.

View image on Twitter

Ovviamente, è ovvio che atti come questo dovrebbero essere condannati. Bisogna mettere in discussione la condizione mentale di una madre che lascerebbe morire il suo bambino, e quindi forse i giudizi severi non dovrebbero essere gettati troppo presto. Anche così, mi addolora pensare che il mondo in cui viviamo è uno in cui cose del genere accadono ogni singolo giorno.

Se credi che tutti i bambini meritino una possibilità nella vita, condividi questo articolo su Facebook!