Ballerina con Alzheimer ascolta musica e ricorda la coreografia: il video che ha emozionato il mondo

Delle immagini che toccano il cuore quelle pubblicate dall’associazione spagnola Música para Despertar per commemorare l’anniversario della dipartita di un’anziana donna. Nel video si vede una donna anziana, visibilmente provata e segnata dalla malattia, che si esibisce in armoniosi movimenti delle braccia, delle mani e della testa mentre ascolta le note de “Il lago dei cigni” di Čajkovskij.
La donna in questione è Marta C. González, gravemente malata di Alzheimer, morta un anno fa. Ma Marta C. González è anche l’ex prima ballerina della compagnia New York City Ballet degli anni ’60. E proprio sulle note de “Il lago dei cigni” aveva portato in scena decenni prima la stessa coreografia che la musica le ha riportato alla mente.

Prima ballerina Marta Cinta Gonzalez relives the magic of Swan Lake despite  dementia | Daily Mail Online

Il potere della musica, l’amore per la danza superano anche questa temibile, tremenda malattia che ti ruba i ricordi, ti ruba la memoria. Ma evidentemente ci sono cose più forti come l’amore, le passioni che restano radicate li, da qualche parte, per emergere grazie ad una molla, come in questo caso è stata la musica che ha fatto riaffiorare addirittura il ricordo di una coreografia.
Il video ha fatto il giro del mondo ed ha commosso tutti. La donna ascolta la musica e, lo si vede chiaramente dall’espressione del volto, viene catapultata sul palcoscenico, lì indossa il suo tutù e le sue scarpette e danza, danza, danza come ha fatto decenni prima.

Guardalo qui

In realtà lei, Marta C. González, è seduta sulla sua sedia a rotelle, con il viso segnato dalla malattia, con le mani rugose e le dita lunghissime, ma la sua grazia è talmente tanta, il suo sguardo è tale, che tutto il resto diventa un dettaglio e non appena la donna inizia a danzare non si notano nemmeno più. E resta solo lei: la prima ballerina della compagnia New York City Ballet.