Attenzione ai problemi creati dalla ricostruzione gel sulle unghie

Non è tutto rose e fiori, la ricostruzione gel sulle unghie a volte può provocare seri problemi, basta esserne a conoscenza e sapere come intervenire, se possibile è ancora più importante prevenirli.

E’ importante avere mani sempre curate e belle da mostrare ma capita a volte che rivolgersi per mesi, anni, alla manicure sottoponendo a continue applicazioni di gel sulle unghie possa creare problemi.

Sempre più donne oggi si recano dall’estetista per rifarsi le unghie e spesso sono ragazzine in tenera età. A volte questa tecnica può causare seri disturbi, volete sapere quali? Leggete l’articolo:

Unghie gel di tendenza: i colori della stagione | Donne Magazine

Ricostruzione gel? Attenzione ai problemi che può causare alle unghie!

Con questo non vogliamo di sicuro demonizzare questa pratica, ma è giusto sapere che la ricostruzione in gel a lungo andare può comportare problemi seri. I vantaggi sono molti ma altrettanti sono i risvolti negativi che dovesti conoscere.

Uno tra tutti, forse il più comune è l’indebolimento che le vostre unghie subiscono da questa pratica, il gel non fa respirare le unghie.

Non dovrebbe essere una sorpresa il fatto che dopo mesi, anni, dall’applicazione si possano notare più fragili e assottigliate una volta rimosso.

Se posso raccontare la mia personale esperienza: vi dico che dopo anni di applicazione gel, una volta rimosso, le mie unghie non sono mai più tornate quelle di prima, sono passati ben 5 anni da allora e sono sempre sottili e fragili, non so più che rimedio usare.

Il mio sarà solo un caso tra mille ma non posso fare altro che avvalorare questa ipotesi ed è ovvio che non fa bene alle unghie.

Non chiamatela colata gel! 4 termini impropri sulla ricostruzione unghie

Avere unghie belle e lucide è importante

Il lato positivo di questa pratica è avere sempre mani impeccabili in ogni occasione sia a livello estetico che pratico, durano quasi un mese e non bisogna perdere tempo prezioso per prendersene cura.

Ma la salute dovrebbe essere al primo posto quindi è importante capire che dobbiamo considerare anche gli aspetti meno piacevoli.