Ammette di aver violentato una bimba di 7 anni nel bagno di un ristorante

Un uomo ha ammesso di aver violentato una bambina di sette anni dopo averla seguita nel bagno di un ristorante e averla aggredita.

Lo stupratore di 22 anni, Nicholas Ninow, era nudo e coperto di sangue quando si trovò di fronte una folla di clienti arrabbiati dopo l’attacco.

La ragazza ferita – che è stata seguita da un’area giochi per bambini – è stata trovata nel bagno con lui dopo che sua madre era andata a cercarla.

Ninow, ritenuto idoneo a subire un processo dopo aver subito una valutazione psichiatrica, non è stato ancora condannato.

È stato smascherato lunedì dopo essersi dichiarato colpevole di aver violentato la ragazza in un ristorante Dros a Pretoria, in Sudafrica, a settembre dell’anno scorso.

Nicholas Ninow era nudo e coperto di sangue quando si trovò di fronte (Immagine: CEN)

Si è dichiarato colpevole in quanto il suo processo doveva iniziare presso la Corte Suprema di Gauteng.

L’accusa di rapimento è stata ritirata dai pubblici ministeri.

Il filmato pubblicato sui social media dopo l’attacco ha mostrato Ninow completamente nudo e coperto di sangue mentre veniva aggredito dalla folla nella toilette del ristorante.

Nel video, tenta di coprire i suoi genitali mentre cerca di proteggersi e grida ai clienti che lo hanno affrontato.

Ninow (nella foto a marzo) si è dichiarato colpevole di due stupri (Immagine: Getty Images)

Si sente una donna che piange in sottofondo.

Pochi istanti prima, aveva attaccato la ragazza in uno stallo e aveva tentato di sciacquare le mutande nel gabinetto.

Nei giorni successivi all’attacco, i testimoni hanno riferito ai media locali che Ninow aveva “inseguito” la bambina nell’area giochi e poi l’aveva seguita in bagno.

Dissero che fu picchiato da un gruppo di clienti maschi dopo che fu scoperto nudo e coperto di sangue.

Ninow, 22 anni, ha violentato una bambina di sette anni nel bagno di un ristorante (Immagine: CEN)

Ninow era in possesso di una polvere cristallina bianca chiamata metcatinone, uno stimolante euforico noto anche come “gatto”, quando fu arrestato, secondo i media locali.

Lo stupratore ha subito una valutazione di 30 giorni in un ospedale psichiatrico dopo il suo arresto.

A febbraio, è stato ritenuto idoneo a subire un processo dopo essere stato valutato da un team di esperti.

Il suo team legale aveva sostenuto che aveva una storia di malattie mentali, tra cui depressione e disturbo bipolare, e aveva usato droghe pesanti dall’età di 14 anni.

Ninow nasconde il viso mentre viene fotografato in tribunale a marzo (Immagine: Getty Images)

Ninow si è dichiarato colpevole di due accuse di stupro, in possesso di droghe e sconfiggendo i fini della giustizia quando è comparso in tribunale lunedì.

Una donna che si crede fosse sua madre si asciugò le lacrime mentre guardava le foto della galleria pubblica durante l’udienza di lunedì, riferisce IOL .

In precedenza ai media era stato proibito di nominare Ninow, ma era stato smascherato e rappresentato dopo che un giudice aveva revocato le restrizioni di denuncia.

Un giudice doveva essere ascoltato da diversi testimoni a seguito dei motivi colpevoli di Ninow.

Fonte: themirror