Aloe vera: come coltivarla e utilizzarla

Una piantina di aloe vera può essere coltivata in un vaso anche sul balcone o sul davanzale di casa durante la primavera e l’estate, e all’interno nei mesi più freddi.

 

Questa piantina resiste senza problemi a temperature comprese tra i 20 e i 30°C, ma deve essere protetta dal gelo e dalle correnti fredde, dato che ama in modo particolare il clima caldo e secco.

L’aloe vera è uno dei rimedi naturali più usati per la cura dolce della pelle, la sostanza gelatinosa presente nelle foglie ha proprietà lenitive e calmanti, perfette per combattere rossori, pruriti, screpolature, scottature solari e irritazioni.

A livello fitoterapico, questa pianta viene usata per preparare dei succhi dalle proprietà depurative e digestive.

Se si hanno fastidi della pelle si può utilizzare un gel d’aloe vera estratto dalle foglie della pianta in possesso, staccandole con delicatezza dalla pianta e incidendole con un coltello, estraendo ogni volta solo la quantità di gel d’aloe necessaria. Per evitare di provocare lesioni gravi alla pianta, consigliamo di partire dalle foglie più in basso.


L’aloe non ha bisogno di essere potata, se compaiono foglie che iniziano a seccarsi, si devono staccare dalla pianta con attenzione; evitare di utilizzare fertilizzanti chimici per la coltivazione delle piantine, questi potrebbero compromettere la qualità e la purezza del gel d’aloe.

Coltivare la quanta in maniera biologica assicura un’applicazione del gel in modo puro, ma se si ritiene che la propria piantina di aloe necessiti di fertilizzante, allora è possibile usare concime organico o compost casalingo.

Le piantine di aloe si possono acquistare presso un vivaio specificando che non si vogliono quelle trattate con fertilizzanti chimici, per poter utilizzare il gel d’aloe per uso esterno e curativo.

La  pianta di aloe può essere anche moltiplicata per talea o coltivata a partire dai semi che si ricavano dai fiori, di colore arancione.

L’aloe non sopporta i ristagni d’acqua nei sottovasi, per cui va annaffiata con attenzione e con moderazione; bisogna fare attenzione a non bagnare le foglie che potrebbero soffrirne. Il terreno preferito da questa pianta è quello sabbioso e ben drenato. Il rinvaso va fatto in primavera.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: PREPARARE UN GEL ANTICELLULITE CON RIMEDI NATURALI, ECCO COME

Il gel d’aloe viene usato in diversi modi a livello domestico come per la cura del mal di testa, della forfora e dei dolori muscolari.