Adolescente vende il suo rene al mercato nero per comprarsi L’ultimo iPhone e iPad – La madre resta traumatizzata dopo l’inevitabile scoperta

Sebbene la maggior parte di noi viva la propria vita quotidiana senza mai dover dilettarsi in affari loschi o negli “inferi” meno glamour della società, nessuno di noi può negare la loro esistenza.

Ci sono cose che succedono ogni giorno che la stragrande maggioranza di noi non ha assolutamente idea, e altre cose di cui sentiamo parlare ma che non vogliamo credere che siano vere.

Il prelievo illegale di organi rientra in quest’ultima categoria. La vendita di un organo è, ovviamente, illegale negli Stati Uniti, ai sensi del National Organ Transplant Act. Incoraggiare qualsiasi tipo di “donazione” è contro la legge.

E per una buona ragione. Basta guardare al caso che coinvolge un adolescente in Cina nel 2011 per una spiegazione sul perché la vendita di qualsiasi organo potrebbe avere effetti disastrosi, indipendentemente dalla somma di denaro ricevuta.

Secondo i rapporti, il diciassettenne Wang Shangkun ha deciso che avrebbe venduto uno dei suoi reni in modo da poter acquistare l’ultimo dispositivo Apple. Ha trovato un acquirente sul mercato nero che ha accettato di pagargli l’equivalente di circa $ 3220 dollari (circa 2900€)

Wang ha venduto i suoi reni e comprato un iPad 2 e un iPhone 4.

All’epoca, si dice che abbia detto a Epoch Times: “Perché ho bisogno di un secondo rene? Uno basta e avanza.”

Wang è stato sottoposto a un intervento chirurgico illegale nella provincia di Hunan centrale per far rimuovere il suo rene destro e trasportarlo verso un nuovo destinatario. Sua madre divenne sospettosa quando tornò a casa con un nuovo prodotto Apple e lo costrinse a confessare.

In totale, nove persone coinvolte nell’operazione sono state arrestate e cinque sono state accusate di lesioni intenzionali e commercio di organi.

Tragiche conseguenze

Inutile dire che da allora le cose non sono andate bene per Wang. Secondo quanto riferito, il ragazzo ora 25 enne è ora collegato a una macchina per dialisi e potrebbe essere costretto a rimanere a letto per tutta la vita dopo aver sofferto di insufficienza renale.

Pochi mesi dopo l’operazione illegale, Wang ha sviluppato un grave infortunio nell’ultimo restante rene. Si ritiene che la posizione non sanitaria e la mancanza di cure post-operatorie abbiano contribuito notevolmente al cedimento dell’organo.

Wang è costretto a letto con una gravità tale da richiedere la dialisi giornaliera per eliminare il sangue dalle tossine rimaste. I medici gli hanno detto che avrebbe potuto sottoporsi a un trapianto per sostituire il rene perduto, sebbene ciò possa costare 80 volte il prezzo di quello che ha ricevuto.

Mi spaventa pensare che il traffico di organi sia ancora in atto in tutto il mondo.

Stiamo inviando le nostre preghiere a Wang nella speranza che possa riprendersi e andare avanti con la sua vita.

Condividi questo articolo se vuoi augurare che si riprenda.