Accoltella la figlia dopo averle detto: “Non ti amo più come prima”

Una mamma ha ripetutamente pugnalato la figlia dopo averle detto: “Non ti amo più come una volta”.

Irene Forrester, 66 anni, ha lasciato Linda Ann Forrester, 38 anni, con un polmone collassato e una costola rotta dopo averla colpita con una lama profonda ben quattro volte.

Forrester, un’infermiera in pensione, si era improvvisamente confusa e pensava di non provare più lo stesso amore per la figlia.

Ora l’autore del reato dovrà affrontare la prigione dopo essersi dichiarata colpevole di aggressione causando gravi lesioni e pericolo di vita.

Poco dopo l’attacco, la Forrester, originaria di Partrick, Glasgow, disse alla polizia: “Spero che non sia morta”.

Lorri Pidgeon, accusando, ha dichiarato: “Forrester ha detto alla figlia che l’avrebbe messa fuori combattimento e l’ha pugnalata quattro volte.”

Linda Ann Forrester, 38 anni, ha avuto un polmone collassato e una costola rotta (Immagine: Iain McLellan / Spindrift Photo Agency)

Nonostante le ferite sanguinanti, Linda Ann è riuscita a scappare dall’appartamento prima di chiamare un’ambulanza.

La madre ha confessato l’aggressione alla polizia: “Ho pugnalato mia figlia. Spero che non sia morta. Mi dispiace molto”, ha detto l’ex infermiera.

“Sarà morta. Sono colpevole. È così brutto.”

Successivamente la polizia ha trovato il coltello nell’appartamento.

Linda Ann ha riportato ferite alla schiena, ai fianchi e alle braccia. Per fortuna è stata in grado di lasciare l’ospedale dopo alcuni giorni.

Neil Stewart, in difesa, ha dichiarato: “Crede che si tratti di una questione estremamente seria.

“Ha agito in modo sproporzionato, ma era alla fine del suo legame con sua figlia.”

Non sono state fornite ulteriori spiegazioni in tribunale.

Lo sceriffo Alan MacKenzie ha continuato nel frattempo la cauzione di Forrester.

Ma le disse: “La custodia è in prima linea nel mio pensiero a causa della gravità dell’offesa”.