Abbassare il colesterolo con i rimedi naturali: tutto comincia con una buona alimentazione

Il colesterolo ha proprio una brutta reputazione, ma quello che non tutti sanno è che si tratta di una molecola fondamentale per il corretto funzionamento del corpo umano.

Fondamentale per produrre bile, ovvero la sostanza che aiuta ad eliminare i grassi nel corso della digestione, ma anche per la vitamina D, per gli ormoni sessuali steroidei e per quelli adrenalinici. In pratica, finché il colesterolo resta contenuto nelle membrane cellulari e non tocca alti livelli ha una funzione benefica per l’organismo.

I problemi cominciano quando si registrano pesanti accumuli nel sangue e questa particolare condizione prende il nome di ipercolesterolemia.

L’eccesso di colesterolo cattivo, ovvero di lipoproteine a bassa densità (LDL), può di fatto portare allo sviluppo di patologie cardiovascolari. Per questo motivo, se dalle ultime analisi del sangue hai registrato un livello di LDL superiore ai 99 mg/dL è bene consultare il medico di base e cominciare a ridimensionare le abitudini quotidiane: dalla tavola allo stile di vita, al fine di rientrare nei limiti desiderabili.

Rimedi naturali per abbassare il colesterolo: l’alimentazione

I cibi ricchi di grassi saturi sono la prima causa di ipercolesterolemia. Il primo rimedio naturale per contrastare il colesterolo cattivo è quindi quello di cambiare il proprio stile alimentare e ridimensionarsi a tavola.

Per prevenire o ridurre naturalmente i livelli di LDL non è necessario effettuare delle diete proibitive, bensì esistono alcune semplici regole che dettano le basi per un piano alimentare sano ed equilibrato.

Via libera a frutta e verdura di stagione, legumi, cereali (meglio se integrali), pesce azzurro ricco di Omega tre e carni bianche. Inoltre, in una dieta studiata per ridurre il colesterolo non possono mancare gli steroli vegetali.

Di questi, anche noti come fitosteroli, ne sono naturalmente ricchi alcuni oli vegetali come quello di germe di grano, di colza, di girasole, di vinaccioli e di oliva; i semi di sesamo o di girasole; la frutta secca come mandorle, nocciole, noci e pistacchi; le olive e le verdure come broccoli, cavolfiori e cavolini di Bruxelles.

Inoltre, esistono alcuni alimenti funzionali addizionati di steroli vegetali. Il più famoso è sicuramente Danacol, la bevanda a base di latte scremato fermentato firmato da Danone, che permette una naturale riduzione del colesterolo cattivo già in tre settimane.

I test clinici hanno dimostrato che Danacol funziona, sempreché sia abbinato ad un regime alimentare equilibrato e a dell’esercizio fisico, e solo se assunto quotidianamente e a seguito del pasto principale.

Attività fisica per abbassare il colesterolo: cosa fare?

Certo è che per abbassare il colesterolo è necessario dire addio alla sedentarietà. Se stai già pensando ad iscriverti a costosi corsi in palestra, sappi che l’OMS ha stabilito che sono sufficienti 150 minuti settimanali di attività fisica aerobica per tenere sotto controllo il rischio di malattie cardiovascolari. Quindi, con circa 30 minuti al giorno puoi ridurre in maniera completamente naturale i livelli di LDL nel sangue.

Sono sufficienti una corsa di mezz’ora al giorno tutti i giorni, una passeggiata a passo svelto, la sostituzione dell’auto con la bicicletta per coprire brevi distanze, l’utilizzo delle scale al posto dell’ascensore: tutti piccoli accorgimenti che ti aiuteranno a limitare le possibilità di portare il colesterolo a fare danno nell’organismo.