Le emozioni negative possono provocare il cancro

Sei mai stato ferito neii tuoi sentimenti o pugnalato alla schiena? Un evento o una persona ti ha mai reso così triste e amaro che non avresti mai pensato di perdonarli nella tua vita? Vivi frequentemente emozioni negative?

Capita spesso che sperimenteremo questi eventi ancora e ancora nella nostra testa. Più ci pensi, più sei arrabbiato e arrabbiato a causa dell’evento o dell’individuo che ti ferisce.

Sfortunatamente, queste emozioni hanno un effetto più forte sulla tua salute di quanto tu possa immaginare.

Ogni volta che torni a vivere questi eventi negativi nella vita, il tuo corpo soffre tanto quanto la tua mente. Ecco perché nutrire emozioni negative può portare a una devastante malattia a lungo termine.

Fortunatamente, se sei in grado di perdonare, puoi anche liberarti di questi amari sentimenti di risentimento e infine andare avanti. Il problema qui, tuttavia, è che la cultura occidentale spesso percepisce il perdono come un segno di debolezza, sottomissione o entrambi. Ciò rende più difficile fare il lavoro per perdonare coloro che ti hanno ferito.

Il potere del perdono

Dal punto di vista clinico, il perdono è quando arrivi in ​​un posto dove puoi “rilasciare” un senso di ostilità e una mentalità di rabbia nei confronti di colui che ti ha ferito (indipendentemente dal fatto che meriti davvero il tuo perdono).

Tieni presente che il perdono è un processo, non un evento. Ecco perché c’è una grande differenza tra il perdono delle decisioni e il perdono emotivo.

Il perdono per decisione è una “intenzione comportamentale che resiste ad una posizione implacabile e risponde in modo diverso a un trasgressore”, mentre il perdono emotivo è “la sostituzione di emozioni negative e implacabili con emozioni positive dirette agli altri”. Il perdono emotivo implica cambiamenti psicofisiologici e ha conseguenze dirette per la salute e il benessere”.

Gli studi hanno scoperto che i tipi di personalità indulgenti sono legati a un migliore benessere soggettivo e psicologico. Altri studi hanno scoperto che il perdono è correlato a migliori sintomi fisici, meno farmaci usati, migliore qualità del sonno, meno fatica e meno disturbi somatici.

Il perdono è stato anche collegato a una migliore salute cardiovascolare, secondo uno studio pubblicato sull’American Journal of Cardiology. Scoprirono che la rabbia e altre emozioni negative avevano effetti cardio-tossici, mentre il perdono aveva una funzione più cardioprotettiva.

Il perdono e la salute

Se rimani risentito, confuso, ostile e poco chiaro riguardo a qualcosa che è accaduto in passato, anche il tuo corpo inizierà a sentire il prezzo.

Il dottor Steven Standiford, capo della chirurgia nelle fabbriche del trattamento del cancro in America, dice che ricordare questi tristi pensieri ti rende nervoso e causa confusione interiore. Naturalmente, questo provoca un aumento anormale dei livelli di cortisone e adrenalina nel corpo. A sua volta, questo diminuisce il numero di celle che uccidono le minacce al corpo.

Quindi le cellule che proteggono il tuo corpo dalle malattie sono ostacolate quando il corpo è in uno stato di rabbia, ostilità e imperdonabile. Ciò significa che è più probabile che tu sviluppi malattie come il cancro.

Tracciare un problema fa sì che il corpo rilasci continuamente il cortisolo e questo non va bene. Scegliere di non perdonare ti renderà semplicemente più malato e ti impedirà di migliorare.

“È importante curare ferite o disturbi emotivi, perché possono davvero ostacolare le reazioni di qualcuno ai trattamenti, compresa la volontà di qualcuno di continuare il trattamento”, ha detto Standiford.

Il Dr. Michael Barry, autore del libro The Forgiveness Project, stima che il 61 percento dei malati di cancro abbia problemi di perdono. “Ospitare queste emozioni negative, questa rabbia e questo odio, crea uno stato di ansia cronica”, spiega. “L’ansia cronica produce in modo prevedibile un eccesso di adrenalina e cortisolo, che esaurisce la produzione di cellule killer naturali, che è il soldato di fanteria del corpo nella lotta contro il cancro.”

Come perdonare?

Imparare a perdonare può richiedere del tempo, ma si tratta di ricollegare il cervello e mettere davvero il lavoro per cambiare le reti neurali.

Può essere semplice come lasciare andare i ricordi dolorosi e ricordare che la persona che ti ha ferito è anche umana. Devi anche imparare come perdonare te stesso per aver sopportato il peso del risentimento. Imparare a lasciare andare il passato è incredibilmente liberatorio.

Via:  livelovefruit