3 piante che generano ossigeno anche di notte, puoi metterle in camera da letto

Le piante sono fantastiche e noi tutti le amiamo, giusto? È stato detto che gli alberi e le piante sono i polmoni della terra. Attraverso un processo chiamato fotosintesi, le piante producono ossigeno, senza il quale avremmo solo pochi minuti per vivere. E se ciò non attira la vostra attenzione, le piante d’appartamento migliorano la qualità dell’aria nelle nostre case e negli uffici filtrando le tossine chimiche, i bioeffluenti [rilasciati quando respiriamo], i microbi dispersi nell’aria [come le spore della muffa] e compensano il basso umidità aggiungendo molta umidità necessaria all’aria.

Come funziona – bene, insieme questi fattori influenzano la qualità dell’aria che respiriamo nelle nostre aree di vita e di lavoro. Ma, signore e signori, sapevate che ci sono piante che possono rilasciare ossigeno anche di notte? Ebbene sì, e questo significa che dovresti sicuramente prendere una di queste piante nella tua camera da letto. La maggior parte delle piante in gran parte assorbono anidride carbonica e rilasciano ossigeno durante il giorno (fotosintesi) e assorbono ossigeno e rilasciano anidride carbonica durante la notte (respirazione). Alcune piante possono assumere anidride carbonica anche durante la notte a causa della loro capacità di eseguire un tipo di fotosintesi chiamato metabolismo acido crassulacico (CAM). 

3plants


Sappiamo tutti che molte persone soffrono di carenza di sonno e hanno problemi di sonno ogni giorno. Questi problemi di sonno possono causare alcuni effetti collaterali per loro in un certo tempo. Se soffri di problemi di sonno, allora hai provato anche diverse soluzioni, come: materasso migliore, tè per dormire e altri rimedi naturali, farmaci o tecniche di rilassamento. Ma se non hai trovato la soluzione migliore, sei nel posto giusto. In questo post ti mostreremo il modo migliore per migliorare il tuo sonno, in modo naturale. Come abbiamo detto, in questo articolo discuteremo dei benefici e della necessità di piante di qualità nelle nostre camere da letto dove trascorriamo una buona quantità di tempo ogni giorno.

  1. Piante di serpente

Come accennato prima, questa incredibile pianta è una di quelle piante uniche per la sua straordinaria capacità di convertire CO2 durante il giorno in ossigeno durante la notte. Gli esperti dicono che per ottenere il massimo beneficio è necessario avere diverse piante di buone dimensioni nella propria camera da letto a persona. La pianta del serpente rimuove anche la formaldeide dall’aria emessa nell’ambiente domestico. La formaldeide, la tossina più comunemente trovata nell’aria interna, viene rilasciata da tende, compensato, fumo di tabacco, mobili, adesivi, pannelli per controsoffitti, tessuti, tessuti per il viso, rivestimenti per pavimenti, vernici, smalti, tappezzerie e bene, la lista continua .

  1. Pianta di ragno

Gli esperti dicono che lo Spider Plant è anche un campione di detergente per l’aria. I test della NASA hanno mostrato di rimuovere circa il 90% della formaldeide chimica potenzialmente cancerogena dall’aria. E sappiamo tutti che questo ingrediente dannoso si trova in prodotti per la casa comuni come adesivi, stucchi e riempitivi, il che significa che è sempre una buona idea tenere una di queste piante in giro. Oltre a detergere l’aria, assorbe anche odori e fumi, oltre a sostenere i livelli di ossigeno nella stanza, favorendo un sonno migliore.

  1. Albero Peepal

Come accennato in precedenza, le piante assorbono l’anidride carbonica e rilasciano ossigeno durante il giorno (fotosintesi) e assorbono ossigeno e rilasciano anidride carbonica durante la notte (respirazione). Alcune piante come Ficus religiosa (Peepal tree) possono assorbire anidride carbonica anche durante la notte a causa della loro capacità di eseguire un tipo di fotosintesi chiamato metabolismo degli acidi crassulacean. Ficus religiosa, comunemente chiamato bo albero, albero di Bodhi, peepul e fico sacro, è originaria del sud-est asiatico, del sud-ovest della Cina, dell’India e delle colline pedemontane dell’Himalaya. A volte questo albero viene coltivato in zone senza ghiaccio come un albero ornamentale.