19 enne affronta la vita in prigione per aver ucciso un uomo che “l’ha violentata e venduta per sesso”

Una ragazza di 19 anni sta affrontando la vita in prigione per aver ucciso un uomo che l’ha presumibilmente violentata, secondo quanto riferito .

Chrystul Kizer, che all’epoca aveva 17 anni, secondo quanto riferito ha sparato a Randy Volar alla testa e lo ha messo in fiamme il 5 giugno 2018.

Secondo il giudice, si presume che Volar abbia venduto Kizer per sesso.

La difesa di Kizer sosteneva di essersi “liberata” di Volar a casa sua la notte del 5 giugno, prima di ucciderlo per autodifesa con una pistola che aveva portato con sé. I pubblici ministeri, tuttavia, hanno contestato che le sue azioni erano premeditate.

Secondo quanto riferito , Kizer ha incontrato Volar, che all’epoca aveva 33 anni, e lei 16 anni. Aveva risposto alla sua pubblicità su Backpage.com, un sito Web da quando era stato chiuso a causa dei suoi legami come luogo per il traffico di esseri umani.

Traffico di donne

Secondo il Washington Post , Volar ha poi proceduto a controllare totalmente l’adolescente, inondandola di doni e denaro. Con il progredire delle cose, tuttavia, divenne più minaccioso, chiedendo che lei lo ripagasse con atti sessuali.

Si presume che Volar abbia abusato sessualmente di Kizer e si sia filmato in diverse occasioni. Purtroppo, sembra che non fosse l’unica.

Mesi prima, Volar era stato anche arrestato con l’accusa di seduzione di minori. Trascorse solo un giorno in prigione, e rimase libero fino alla notte della sua morte.

Arrestata

Il procuratore distrettuale Michael Graveley ha accusato Kizer di incendio doloso e omicidio intenzionale di primo grado, sostenendo che le sue azioni erano premeditate e sottintendendo che l’adolescente aveva pianificato di uccidere Volar e rubare la sua BMW.

Ciò significa che non può beneficiare della legge sulla difesa affermativa in vigore in diversi Stati per consentire alle vittime della tratta di essere assolte da determinate accuse nei loro confronti.

L’adolescente attualmente rimane in prigione, anche se il suo avvocato intende appellarsi alla sentenza.

Cosa pensi? È giusto che Kizer abbia trascorso tutta la sua vita in prigione?

Condividi questo articolo per aumentare la consapevolezza del caso di Kizer.