10 tipi di punture di insetti che tutti dovrebbero imparare a riconoscere

A tutti capita prima o poi nella vita di venire morsi o punti da un insetto. Nei paesi tropicali o quando fa molto caldo è ancora più probabile.

Ciò che può essere difficile è identificare esattamente il tipo di insetto che ti ha scelto come vittima (ovviamente, purché non si rilevi il colpevole nell’atto).

Alcuni morsi infettivi possono diventare gravi, causando gonfiore, danni alla pelle o forte prurito. Le punture di insetti più comuni sono innocue, mentre altre hanno il potenziale per trasferire batteri/malattie.

Quindi è importante avere un’idea di cosa esattamente ti ha punto/ferito e cosa devi fare per curare i sintomi risultanti.

 Qui troverai una piccola guida per aiutarti a scoprire quali insetti ti daranno particolarmente fastidio…

calabrone

Essere punto da un calabrone è abbastanza fastidioso. Dopo un morso, l’area interessata diventa rossa e molto gonfia. Possono verificarsi vesciche sulla pelle e il raffreddamento dell’area può fornire sollievo.

In alcuni casi, il morso del calabrone può causare una reazione allergica innescata dal proprio sistema immunitario.

Se il tuo stomaco inizia a sentire freddo o intorpidimento, le tue labbra diventano blu e la respirazione difficile, in casi come questi contatta immediatamente un medico.

api

Se sei stato punto da un’ape, la pelle intorno al sito della puntura potrebbe essere rossa e gonfia. E, dopo un po ‘, prurito.

Il primo giorno dopo il morso, il gonfiore può aumentare e il dolore può irradiarsi come onde dall’area. Le punture di api sono generalmente innocue a lungo termine e finché non ti senti male, puoi aspettare fino a quando i sintomi si attenuano.

Tuttavia, è importante rimuovere il pungiglione per impedire l’ingresso di altri veleni nel corpo. Per i migliori risultati, pungilo con una pinzetta.

vespe

Forse la più dolorosa di tutte le punture, quella della vespa è simile a quella di altri insetti. L’area può diventare rossa e gonfiarsi, mentre la vittima avvertirà dolore e un terribile prurito.

In alcuni casi, potrebbe esserci sanguinamento. A differenza di un’ape, le vespe possono pungere più volte, quindi è ancora più importante sapere se si è allergici o meno.

zanzare

Molte persone hanno familiarità con le punture di zanzara, ma può ancora essere difficile sapere come identificarle.

Le punture di zanzara sembrano macchie rosse gonfie, delle dimensioni di un piccolo frutto. Le zanzare amano succhiare il sangue dove la pelle è sottile dove è più facile raggiungere i vasi sanguigni. Quando mordono, iniettano la loro saliva nella ferita, causando intorpidimento nell’area che rende difficile rilevarli sul posto.

zecche

Coloro che sono morsi da una zecca di solito non sanno nemmeno che è successo. Se vai, tuttavia, puoi aspettarti che appaia una piccola macchia rossa in corrispondenza del segno di spunta.

Normalmente, il sito non dovrebbe avere più di qualche centimetro di diametro, anche se non è raro trovare un piccolo grumo rosso al centro in cui si nutre la zecca.

pulci

I morsi delle pulci sono difficili da diagnosticare, poiché spesso vengono scambiati per reazioni allergiche e punture di zanzara. A differenza delle punture di zanzara, tuttavia, questi morsi possono essere dolorosi e irritare la zona.

Le pulci di solito mordono le gambe delle persone quando dormono e possono farlo più volte in una “sessione”, quindi spesso c’è uno schema con i morsi separati da intervalli di circa 1 a 2 cm.

formiche

La maggior parte delle formiche non rappresenta una vera minaccia per l’uomo. Tuttavia, le formiche rosse sono un parassita comune in tutto il mondo e sono famose per le loro punture dolorose – in alcuni casi possono persino lasciare cicatrici!

Il veleno delle formiche contiene tossine che possono causare reazioni allergiche e – in casi estremi – shock anafilattico. Comunemente, tuttavia, i sintomi sono lievi e per molti versi simili alle punture di zanzara.

Una puntura di formica appare spesso come una macchia rosa, con la pelle intorno sensibile e pruriginosa. Al momento del morso, la persona può provare dolore improvviso.

Mosca di cavallo

Se sei mai stato morso da una mosca di cavallo, saprai che non vuoi che ciò accada di nuovo. In rari casi, i morsi di mosca del cavallo possono causare avvelenamento del sangue e infezioni.

Possono sembrare grandi mosche grasse, ma quando morde lascia l’area dolorante, macchiata e gonfia.

Lavare la zona con acqua fredda e applicare ghiaccio.

pidocchi

Se noti piccoli punti rossi che sembrano punture di zanzara, in luoghi in cui i peli crescono, ad esempio sulla testa, sul collo o dietro le orecchie, può significare che hai i pidocchi.

Il forte prurito è il sintomo più comune dei pidocchi a causa del suo morso. Per assicurarti di avere i pidocchi, passa un pettine tra i capelli e vedi cosa esce nel lavandino. I pidocchi sono generalmente lunghi da uno a tre millimetri, con corpi traslucidi.

cimici

Il bug puzza è qualcosa che non vorrai mai provare.

Assomigliano alle zanzare, anche se spesso seguono schemi a zigzag. I sintomi più comuni includono gonfiore, arrossamento, dolore e talvolta pus.

Sfortunatamente, non puoi liberarti delle cimici dei letti da solo, anche se i morsi scompaiono. Contatta una società di sterminio professionale per risolvere il problema.