10 tecniche che ti aiuteranno a continuare a perdere peso quando la dieta non funziona più

Uno dei motivi delle complicazioni di perdere peso è la comparsa dell’effetto plateau. Questo succede  quando, dopo un certo periodo di tempo, il peso rimane invariato nonostante tutti gli sforzi, quando dopo mesi di dieta non riusciamo più a perdere quei famosi due kili in più.

Non sorprende che l’assenza di progressi sia frustrante e provochi il rifiuto del nuovo stile di vita sano. Tuttavia, l’effetto di plateau può e dovrebbe essere combattuto.

Abbiamo trovato prove scientifiche che sono in grado di far muovere il peso da un punto morto e che l’entusiasmo non deve svanire fino a quando non si raggiunge il peso sperato.

Effettuare allenamento per la forza

L’allenamento di resistenza (manubri, kettlebell, macchine elettriche) sono meno efficaci per la perdita di peso rispetto agli esercizi aerobici perché consentono di mantenere il livello del metabolismo, che è importante per una dieta a lungo termine. L’allenamento per la forza letteralmente “eccita” il metabolismo, senza dargli la possibilità di entrare in uno stato di basso consumo energetico.

Basta non dimenticare di mangiare cibi ricchi di proteine ​​dopo l’allenamento: quindi, i muscoli saranno rafforzati e il grasso in eccesso non aumenterà di un grammo.

La dieta brasiliana che è diventata famosa nel mondo: puoi perdere fino a 10 kg in un mese o poco più

2. Cambia il contenuto calorico del mangime durante la settimana

Durante le diete, il nostro organismo si adatta al taglio delle razioni, riducendo il consumo di energia. In sostanza, il corpo si adatta alle nuove condizioni di vita, mantenendo meticolosamente i chilogrammi acquisiti pensando che i tempi di fame arriveranno. E la riduzione dell’apporto calorico lo convince di più di questo.

Per ingannare l’organismo, si può ricorrere alla ricezione sotto il nome di “cicli calorici”. Due giorni alla settimana, prova a dar da mangiare a circa 1000 o 1200 chilocalorie con un minimo di carboidrati e, nei restanti giorni con 1500. Questo passaggio non permetterà al metabolismo di decelerare, ma creerà la necessità di perdere peso a causa della carenza di calorie.

3. Distinguere un vero plateau da un immaginario

Durante i primi giorni di dieta, l’acqua in eccesso lascia il corpo, il che fa sì che le figure di peso diminuiscano bruscamente. Tuttavia, per perdere 0,5 chilogrammi di grasso è necessario creare un deficit di 3500 chilocalorie. Non importa come lo fai, sia con diete o sport, ma ovviamente il processo non sarà il più veloce.

Molte persone hanno una perdita di peso molto lenta a causa dell’età, ecco perché perdono l’entusiasmo e abbandonano la dieta. Siate pazienti e promettete di non pesarvi più di una volta alla settimana: in questo modo il processo sarà molto più evidente.

4. Scommetti su proteine ​​e verdure

Le diete a basso contenuto di grassi sono  considerate le migliori strategie per la perdita di peso. Le proteine ​​e le fibre ci rendono ben nutriti e accelerano il metabolismo, mentre, d’altra parte, i carboidrati causano un aumento dei livelli di insulina, accentuando la sensazione di fame e facilitando l’accumulo di riserve di grasso. In breve, se si mantiene una dieta, è meglio mangiare pezzi di carne magra invece di un frutto dolce.

5. Cambia gli esercizi

La battaglia millenaria contro la sopravvivenza ha insegnato al nostro organismo una cosa semplice: devi risparmiare risorse in tutti i modi possibili. Il corpo dell’essere umano, dopo un po ‘, si adatta al carico, in particolare, agli esercizi in palestra. Pertanto, dopo alcune settimane, il progresso ripetitivo sarà pari a zero.

C’è una sola conclusione: una volta ogni 1 o 1,5 mesi, è necessario cambiare il programma sportivo. Ci sono molte varianti: passare da yoga a pilates, da pilates a step aerobics, eseguire nuovi esercizi che funzionano su diversi gruppi di muscoli o modificare il peso dei pesi.

6. Consenti a te stesso di mangiare cibi deliziosi


La capacità di far fronte al desiderio di mangiare richiede il corretto funzionamento nello schema neurale. Tuttavia, se una persona per lungo tempo rimane a dieta, il suo cervello aumenterà il desiderio di cibo: quindi sembra che cioccolato o biscotti ci diano più felicità di quello che realmente è.

Proprio per questo motivo, i nutrizionisti insistono nell’includere piccole (e questa è la parola chiave) porzioni di prodotti “vietati”. Coccolando te stesso di tanto in tanto, previeni le frustrazioni per le quali la dieta non sembra funzionare.

7. Eseguire nuovi calcoli di apporto calorico

La quantità di calorie necessarie per mantenere o perdere peso non dipende solo dal carico fisico, ma dalla massa della persona. Se una persona corpulenta consuma 2000 kilocalorie al giorno, perderà peso, e se lo stesso numero viene adottato da una giovane donna magra, allora diventerà più grassa.

Non dimenticare che, dopo ogni 5 chilogrammi persi, è necessario fare un nuovo calcolo dell’apporto giornaliero necessario: questo è necessario per continuare a perdere peso.

8. Monitora il ritmo del sonno

Come gli scienziati hanno a lungo spiegato , il sonno e il calo di peso sono scarsamente compatibili. Le ragioni biologiche di questo argomento sono troppi, ma in generale, possiamo dire quanto segue: la mancanza di sonno crea stress, che porta ad un aumento della fame, solo per cambiare i livelli ormonali e metabolismo in generale. Pertanto, è importante non sacrificare il sogno in cambio di allenamenti e creare le condizioni per un sogno completo.

9. Conta le calorie

Gli scienziati hanno dimostrato che perdere peso senza supervisione esterna, dopo poche settimane di dieta, le persone smettono di controllare attentamente la qualità e la quantità di cibo nella loro dieta. Naturalmente, questo ha portato a un arresto nel processo di eliminazione dei chilogrammi in più, sebbene i soggetti del test abbiano ritenuto di aver mangiato allo stesso modo di prima.

10. Prendi in considerazione le caratteristiche dell’organismo

Non è un segreto che, prima di iniziare il ciclo mestruale, l’acqua si accumuli nell’organismo femminile , poiché, avendo un consumo eccessivo di liquidi (principalmente durante la notte), si consumano cibi salati, alcol e persino latticini. La reazione di ciascun organismo all’uno o all’altro prodotto è molto individuale e questo deve essere tenuto in considerazione. Non dimenticare di analizzare la tua dieta e l’influenza del nuovo cibo sul peso.

Dopo aver escluso dalla vostra dieta uno o l’altro prodotto, l’edema scompare entro 1-2 giorni, tuttavia, un paio di chili in più sulla scala conduce al panico e frustrazione di ogni donna che mantiene una dieta. Dimentica le bilance e usa il nastro su misura, in quanto mostrerà facilmente i tuoi progressi e si prenderà cura di una porzione di biscotti consolante.

La cosa più importante è bere almeno 2 litri di acqua al giorno per eliminare gli eccessi di liquidi nel corpo che causano gonfiore e aumento di peso.

Foto da portada Depositphotos