Un mostro ha violentato la fidanzata lanciandole l’acido in faccia – Dieci anni dopo, la donna avrà la sua gloriosa rivincita

Gli uomini che commettono atti di violenza contro le donne è un problema sociale che sfortunatamente continua ad aumentare sempre di più.

Il numero di donne in tutto il mondo soggette ad abusi e traumi ogni singolo giorno è davvero elevatissimo.

Alcune non riescono a riprendersi da questi abusi , altre invece moriranno per il troppo dolore subito dai loro uomini. 

Detto questo, ci sono anche quelle come Katie Piper, che cercano di usare le proprie terribili esperienze per ispirare e incoraggiare altre donne che affrontano cose simili.

La vita di Katie è stata cambiata in un tragico evento nel 2008, i cui effetti l’hanno perseguitata da allora. L’uomo che avrebbe dovuto prendersi cura di lei ha fatto qualcosa di inconcepibile; qualcosa che avrebbe distrutto tutti i progetti della giovane donna.

Amore malato

All’epoca Katie lavorava come modella e presentatrice televisiva. Era uscita con un uomo di nome David Lynch per circa due settimane prima che lui facesse qualcosa che nessuno avrebbe potuto prevedere. La portò in una stanza d’albergo, la violentò e la minacciò di tagliarla con un rasoio e impiccarla.

Quindi, due giorni dopo l’attacco all’hotel, dopo averla bombardata di messaggi e chiamate per chiedere scusa, Lynch convinse Katie ad andare in un bar per incontrarsi e risolvere tutto di persona.

Katie non sapeva che Lynch aveva assunto un altro uomo che le avrebbe lanciato dell’ acido solforico in faccia una volta arrivata lì.

L’ orribile attacco ha lasciato Katie cieca in un occhio. Soffriva di gravi ustioni al viso e al busto e richiedeva cure mediche immediate.

Il quotidiano britannico The Sun afferma di essere stata costretta a trascorrere due mesi in ospedale dopo l’attacco. Durante questo periodo, Katie ha subito un totale di 40 interventi chirurgici. Per guarire e proteggersi dalle infezioni, ha dovuto indossare una maschera protettiva tutto il giorno.

La rivincita

Eppure Katie ha mostrato un coraggio incommensurabile. Appena un anno dopo l’attacco, ha fondato la Katie Piper Foundation, un’organizzazione fondata nella speranza di sostenere le vittime di ustioni che, tra le altre cose, erano state sottoposte ad attacchi di acido.

L’organizzazione aiuta le donne vulnerabili a finanziare le iniezioni di pelle, la riparazione dei capelli e le regolazioni della cicatrici.

Ma Katie non si è fermata qui. Per assicurarsi che la sua campagna sia andata oltre, ha iniziato una carriera come cineasta. Ha realizzato un documentario che ha vinto premi e presentato come ospite in diversi importanti spettacoli televisivi per parlare delle prove e delle tribolazioni del suo viaggio.

A livello privato, Katie è stata anche in grado di trovare amore e pace. Otto anni dopo l’attacco insensibile e codardo di Lynch, Katie si sposò con Richard Sutton. Insieme a lui, Katie ha una figlia piccola di nome Belle.

Mi sento così fortunata ad aver incontrato mio marito – è un dono di Dio. È una persona straordinaria che mi ha cambiato la vita in meglio ”, ha detto Katie al Daily Mirror nel 2016.

Mi ha regalato nostra figlia ed è una delle cose migliori che mi siano successe.”

Quindi, come ha fatto Katie ricostruire la sua vita dopo tutto quello che le era successo?

È la prima ad ammettere che non è stato un processo facile. Alla fine, è stato un cambiamento nel suo stato mentale che l’ha aiutata a combattere paure e pregiudizi!

 “Ho trascorso tre o quattro anni a mettere in mezzo tutte queste barriere“, ha detto, secondo al mirror.

“Probabilmente ne sono ancora colpevole quando ho una crisi di fiducia. In quei primi giorni ho creato delle barriere nella mia testa per non poter tornare al lavoro o non sentirmi attraente.

Quando ero single e uscivo con il mio attuale marito, ho pensato ‘che non avremmo avuto mai un futuro.  Non gli piacerò, sono brutta,  che senso ha continuare? ‘.

“Ma poi ho pensato: ‘Cosa perdo? Nulla, tanto vale tentare!’.

“Le mie esperienze mi hanno insegnato che la fiducia e la felicità sono scelte di vita. Non è fortuna. “

Oggi vive la sua vita al massimo della sua gioia. Non solo è una moglie amata e una madre fantastica, si è anche dimostrata coraggiosa oltre misura.

Per favore condividi questo articolo su Facebook in modo che più persone possano avere l’opportunità di rendere omaggio a una donna davvero stimolante.