Non puoi immaginare la ragione che ha fatto trovare a questo padre il figlio ferito sotto un ponte

In un periodo in cui crimine e violenza sembrano invadere le nostre strade e la nostra società, la storia di questo ragazzo è un barlume di speranza per tutto ciò in cui crediamo ancora nelle brave persone.

Ángel Ariel Escalante Pérez, a soli 12 anni, stava tornando a casa dalla scuola in Guatemala quando fu intercettato da un gruppo di teppisti che lo minacciarono in modo terribile. Gli ordinarono di sparare a caso a un autista di autobus, se si fosse rifiutato sarebbe stato lui a perdere la vita.


Suo padre stesso era un’autista di autobus da molti anni, e grazie agli incredibili valori acquisiti a casa, Angel si è rifiutato di fare ciò che gli era stato ordinato.

 Di fronte a questo rifiuto, i teppisti gli hanno dato due opzioni, lui sarebbe morto pugnalato o gettato da un ponte. Angel ha scelto la seconda opzione.

Dopo la sua scomparsa, il padre del minore ha dato avviso alle autorità e la ricerca è iniziata. Dopo tre giorni il padre di Angel lo trovò ancora cosciente sotto il ponte. Il ragazzo era sopravvissuto alla caduta di oltre 125 metri grazie all’abbondante vegetazione del luogo; tuttavia, era rimasto gravemente ferito.

continua su pagina 2