Colpisce alla schiena la madre con un coltello di cucina: “Avrei dovuto colpirla più forte”

Una mamma di cinque figli è stata pugnalata da una di loro, la figlia adolescente che ha poi gridato “Avrei dovuto colpirla più a fondo”, ha sentito un tribunale.

La madre di Paige Gaffney l’ha perdonata e ha implorato un giudice di non incarcerarla a seguito del violento attacco nella loro casa di Scunthorpe, nel North Lincolnshire, nell’ottobre 2017.

Gaffney aveva solo 16 anni quando prese i capelli di sua madre e si gettò un coltello da cucina nel petto da dietro.

L’adolescente non ha soccorso la madre nonostante fosse moribonda e sanguinava sul pavimento della cucina, riferisce GrimsbyLive .

Gaffney, che ora ha 18 anni, ha preso a calci sua madre due volte in testa prima di pulire il coltello e gettarlo fuori dalla finestra del bagno.

Le è stato risparmiato il carcere per l’attacco dopo aver ammesso di aver ferito sua madre, che ha subito un taglio di 6cm circa al suo fegato.

Gaffney, che ora ha 18 anni, ha immerso un coltello nel petto di sua madre da dietro (Immagine: Facebook)

Il giudice Mark Bury le disse: “Sei molto fortunata, che non sia stato causato un danno più grave a tua madre. Avresti potuto ucciderla, quindi avresti dovuto affrontare un’accusa di omicidio”.

Il giudice ha detto che Gaffney ha avuto un’infanzia infelice, aggiungendo: “Tua madre e tuo padre hanno avuto una relazione tossica e alla fine si sono separati. Tua madre ha avuto una serie di relazioni che non avevano una lunga durata e ognuna di queste le ha portato a partorire i tuoi quattro fratelli”.

Ha aggiunto: “Tua madre ha avuto problemi con bevande, droghe e relazioni inadatte. Era qualcosa che non riuscivi a sopportare.”

Craig Lowe, accusando, ha detto a Grimsby Crown Court che la madre stava cucinando la cena quando è andata nella camera da letto di sua figlia e l’ha trovata intenta a giocare con le lame di un rasoio.

Dopo avergliele tolte dalle mani, la mamma fu inseguita in cucina dove Gaffney afferrò un coltello da 7 pollici che sua madre stava usando per tagliare le verdure e la colpì violentemente.

L’adolescente ha tirato i capelli di sua madre e “ha immerso il coltello nel petto di sua madre da dietro”, ha detto Lowe.

Uno dei figli della mamma ha dato un asciugamano alla donna ferita, ma Gaffney non ha offerto assistenza, ha sentito la corte.

Il signor Lowe ha detto che la madre è tornata in cucina, si è seduta sul pavimento e ha chiamato un amico prima di svenire.

Gaffney ha poi preso a calci sua madre due volte in testa e ha fatto sparire il coltello. Quando la madre era al telefono, Gaffney ha urlato “Avrei dovuto colpire più a fondo”, ha dichiarato Lowe.

Gaffney ha mentito alla polizia, sostenendo che sua madre, che si era ripresa rapidamente, dopo che era stata accoltellata.

Nella sua dichiarazione sull’impatto con la vittima, la mamma ha raccontato di voler disperatamente avere di nuovo una relazione con sua figlia.

Ha detto: “Voglio solo abbracciarla. È orribile non avere contatti. La mia vita è andata ancora più in rovina. Gli ultimi due anni sono stati orribili.”

Ha aggiunto: “Mi è stato chiesto se voglio un ordine restrittivo. Ho detto di no e voglio solo abbracciarla. La amo ancora e voglio che lei ottenga l’aiuto di cui ha bisogno.”

Gaffney pianse mentre la dichiarazione veniva letta in tribunale.

Michele Stuart-Lofthouse, in difesa, ha affermato che Gaffney aveva un “difficile background familiare” ma che ora aveva trovato un po di stabilità dopo essersi trasferita con il suo partner e la sua famiglia a Birmingham.

Il giudice ha detto alla corte che la madre di Gaffney non voleva che andasse in prigione.

Ha detto: “Può essere che lei [la madre] non sia un modello, ma non è una ragione per comportarsi così. L’hai incolpata. Hai detto che non aveva niente a che fare con te. La sta perdonando.

Ha aggiunto: “Vuole una relazione con te e te con lei e senza dubbio in tempo lo farai. Questo dipenderà da te mostrando a tutti che sei cambiato.

“Se è in grado di perdonarti per quello che hai fatto, dovresti essere in grado di perdonarla per il modo in cui ti ha educato.”

Gaffney è stata condannata a 18 mesi in un istituto di giovani autori di reati, sospesa per 18 mesi, le fu inoltre ordinato di completare 200 ore di lavoro non retribuito.