Sign in / Join

Cercasi donatori di coccole per neonati abbandonati, una bellissima iniziativa

Sappiamo tutti quanto importante sia il legame madre-bambino, è la base per le relazioni future, un bisogno di amore che decide la salute fisica e mentale, determinando la gioia del bambino e del futuro adulto.

Sia la psicologia che la neurologia sono d’accordo nell’affermare che le prime fasi di vita del bambino determineranno quelli che saranno l’attitudine, il carattere oltre che la salute.

Donatori-di-coccole-neonati-abbandonati

Per molte persone donare affetto e tempo ad un bambino è una cosa secondaria, qualcosa che viene dopo i vestiti, il cibo, la scuola, il lavoro, invece dovrebbe essere proprio l’opposto.

Attraverso il contatto corporeo con l’adulto che si prende cura del bambino il neonato cresce bene e sano, anche nel mondo animale è la stessa cosa, tutti gli animali toccano i propri cuccioli, li leccano sulla testa fino alla punta della coda per un certo periodo dopo la nascita, è una necessità fisiologica che serve ad attivare anche le funzioni intestinali, attraverso questi contatti si imparano comportamenti vitali.

Sono i gesti che permettono al neonato di crescere bene e di sentirsi al sicuro, amato e forte, cullare, abbracciare, baciare, accarezzare, guardarsi e stare vicini, soddisfare queste esigenze anche negli adulti, serve a dare sicurezza all’individuo, la convinzione di essere stimato, desiderato e consolidato nelle relazioni sociali.

E’ la mamma solitamente il primo oggetto d’amore della vita che influirà sulle aspettative del bambino per tutta la vita, se questo rapporto viene alterato anche lo sviluppo sarà compromesso irreversibilmente.

Per questo motivo il psicoanalista Renè Spitz dopo numerosi studi, ha rivoluzionato il mondo della pediatria, ha osservato i bambini in condizioni di deprivazione affettiva, quelli cresciuti negli ospedali e orfanotrofi, è venuto fuori che qualcosa che tutti dovremmo conoscere: i neonati che non ricevono affetto vanno incontro a danni irreversibili dal punto di vista affettivo, del linguaggio, sviluppo intellettuale e motorio. La maggior parte dei bambini che non ricevono amore muoiono nei primi due anni di età per una forma che si potrebbe definire depressione, anche se alimentati a dovere e ricevendo cure igieniche indispensabili.

Per questo motivo l’agenzia statunitense Spence-Chapin ha iniziato da un pò di anni a reclutare volontari per coccolare i neonati abbandonati dalle due alle sei settimane, questi volontari dedicano il loro tempo a coccolare questi bimbi dopo una selezione e un’accuratissima formazione, scattano foto per donarli a loro in modo che una volta grandi possano ricostruire il tassello di vita mancante al momento dell’inserimento nella nuova famiglia adottiva.

Anche in Italia esiste un’associazione che si occupa di questo, si chiama Dharma e opera a Brescia con 300 volontari.

Non sarebbe meraviglioso se questa iniziativa si diffondesse ovunque e in chi non ha affetto e ne ha tanto bisogno?

FONTE DIONIDREAM

 

 

 

 

 

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Accedendo acconsenti all'utilizzo dei cookies in accordo con la politica e regolamentazione vigente in materia di cookies e privacy. Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi