La donna perde la vista in un occhio dopo aver trascorso tutta la notte con il telefono – Un medico ci spiega cosa è successo e come prevenire

Durante la tua infanzia, è molto probabile che i tuoi genitori o tutori ti abbiano detto che se ti siedi troppo vicino alla TV da grande avresti dovuto portare gli occhiali o semplicemente avresti perso la vista.

Per fortuna questo non è mai diventato realtà per nessuno, ma la preoccupazione delle generazioni precedenti per gli schermi non era completamente infondata.

Una donna ha capito cosa può succedere quando usi troppo il telefono di notte.

Credito: PA
Credito: PA

La paziente senza nome di Shenzhen, una delle principali città portuali della provincia meridionale del Guangdong, si è ricoverata in ospedale dopo essere stata incapace di vedere con l’occhio sinistro.

I medici hanno valutato la donna e scoperto che il suo uso del cellulare durante la notte aveva provocato lo scoppio dei vasi sanguigni.

Il dottor Qiu Wangjian, dell’ospedale popolare di Songgang, ha dichiarato: “La paziente è rimasta sveglia tutta la notte a giocare sul suo telefono cellulare. La mattina seguente, non appena si è svegliata, ha preso il telefono e ha iniziato a usarlo di nuovo.

Circa cinque minuti dopo, la paziente scoprì che non era in grado di vedere il suo occhio sinistro. Non riusciva a vedere nulla.

Credito: Asiawire
Credito: Asiawire

“Le immagini prese dal suo occhio hanno mostrato grandi macchie di sangue sulla sua retina, bloccandole la vista.

“Le abbiamo diagnosticato una retinopatia valsalva.”

Ora, probabilmente starai andando fuori di testa per la salute dei tuoi occhi e ti impegnerai a non usare mai il telefono di notte con alta luminosità. Ma state tranquilli, la paziente alla fine riacquistò la vista nell’occhio sinistro.

I medici hanno detto che i vasi retinici superficiali sono scoppiati a causa dello “sforzo fisico”. Al fine di correggere la condizione, i medici utilizzano un laser per praticare un piccolo foro nella sua retina per consentire al sangue di fluire dai vasi che erano “esplosi”.

È un’immagine piuttosto spaventosa secondo il medico in questione.

Credito: Asiawire
Credito: Asiawire

Il dottor Qiu ha aggiunto: “Era importante che la trattassimo rapidamente per non farle subire effetti a lungo termine”.

Il paziente si sta ora riprendendo dalla procedura.

Ma non pensare che questo sia un episodio isolato che non potrebbe accadere anche a noi.

Una donna in Taiwan ha avuto centinaia di buchi bruciati negli occhi perché ha usato il suo telefono con la massima luminosità durante la notte.

Credito: Asiawire
Credito: Asiawire

Gli occhi della donna si erano totalmente “distrutti” dopo aver usato il suo telefono costantemente nel corso di due anni in piena luminosità di notte.

Prima la donna aveva dei leggeri fastidi ma poi iniziò a sentire dolore ed è allora che la 25enne ha cercato cure mediche.

La luminosità conta

Il suo medico ha detto che si stava esponendo a più di 600 lumen (che è un livello di luminosità abbastanza elevato) ogni giorno per due anni quando il livello giornaliero raccomandato è di circa 300 (luminosità medio-bassa).

Secondo TheMirror, esporre gli occhi a sole due ore di qualcosa di più luminoso di 600 lumen è come mettere gli occhi nel microonde.