James Green ha sempre voluto essere un padre. Quando lui e sua moglie, Cloe, stavano aspettando il loro primo figlio, non stavano più nella pelle.

Quando il loro secondo figlio venne al mondo, la coppia britannica decise di andare avanti e formare una grande famiglia insieme.

Ogni volta che Cloe pensava di avere già abbastanza figli, James le faceva l’occhiolino e sorrideva, “Solo un altro, Clo.”

James adorava semplicemente essere padre. Sebbene Cloe fosse una madre a tempo pieno, James lavorava a casa per poter essere presente per i suoi figli il più possibile.

James fu colui che prese e prese i bambini a scuola e trascorse anche la maggior parte delle serate con loro. Era un padre amorevole, energico e apparentemente sano.

Quando il quinto figlio della coppia nacque con paralisi cerebrale, James e Cloe decisero che la famiglia era abbastanza già grande. Cloe andò dal dottore per un trattamento con un impianto contraccettivo.

Ma quando Cloe inaspettatamente rimase di nuovo incinta, James disse che era il destino.

La coppia ebbe otto figli e poi concordarono che la loro famiglia era finalmente completa.

Il 4 dicembre 2015 – solo 12 settimane dopo aver dato alla luce il bambino più piccolo – la vita è cambiata in un attimo.

Cloe si svegliò nel letto e si rese conto che James non stava respirando.

Cloe e James si innamorarono quando erano adolescenti. All’inizio della relazione, James parlava spesso di avere figli. Voleva iniziare presto e avere una grande famiglia.

James era un ragazzo eccezionale con un cuore d’oro – e tanto amore da dare.

Cloe aveva 17 anni quando rimase incinta per la prima volta. Fu una sorpresa, ma lei e James erano elettrizzati dal loro primo figlio, Leo.

Dopo la nascita del loro secondo figlio, Levi, Cloe e James erano sempre più sicuri di volere una famiglia numerosa.

Due anni dopo, Chloe era incinta di Oliver. E la sua prima figlia, Megan, arrivò poco dopo.

Presto Miley venne nel mondo. È nata con paralisi cerebrale e ha richiesto cure speciali.

Poiché crescere Miley ha richiesto alcuni sacrifici, Cloe e James hanno deciso che la loro famiglia era ora completa.

Cloe ha inserito un impianto contraccettivo per prevenire future gravidanze.

Ma il destino aveva un altro piano in serbo. Cloe inaspettatamente rimase di nuovo incinta.

Presto nascono Lacey e Lexi, anche con paralisi cerebrale.

Come con tutte le altre gravidanze, James era felice. Ma la coppia decise che ora avrebbero dovuto avere otto figli.

James era soprattutto un super papà. Tutta la sua vita è stata dedicata all’infanzia e, con otto bambini a casa, ci è voluto molto tempo.

“Ha lasciato i bambini a scuola, quindi ha lavorato al bar prima di prenderli”, ha detto Cloe. “Si sedeva, giocava e leggeva fino all’ora di andare a letto. Aveva così tanta energia per loro. “

Dodici settimane dopo aver accolto Elia nella loro famiglia, accadde l’inimmaginabile.

Cloe e James andarono a letto, come al solito …

Ma James si svegliò intorno alle 4:30 del mattino e si comportava in modo strano. Si sedette sul letto ed era completamente insensibile. Rimase immobile e presto smise di respirare.

Cloe eseguiva alcuni trattamenti su suo marito per rianimarlo prima che arrivassero i paramedici e chiedeva aiuto.

“Volevo urlare e piangere, ma sapevo che dovevo stare calma”, ha detto Cloe.

James è morto a letto. Aveva solo 31 anni.

Cardiopatia ipertensiva

Nessuno l’aveva notato prima, ma James soffriva di ipertensione.

Aveva qualcosa chiamato malattia cardiaca ipertensiva, una specie di malattia cardiaca causata da ipertensione prolungata.

Molte persone che soffrono della malattia hanno inconsapevolmente la malattia, ed è stato il caso di James.

E poiché James non ha fatto controlli medici regolari, il che è raccomandato a tutti gli adulti, nessuno sapeva quanto fosse grave la sua situazione.

La morte di James è arrivata all’improvviso e in modo scioccante. I loro cari si unirono per sostenere Cloe, che era sola e con il cuore spezzato con otto bambini.

“Nei miei momenti più bui, mi chiedevo come avrei potuto vivere senza James. Ma ho guardato quegli otto faccini, tutti dipendenti da me, e sapevo che dovevo farlo per loro e per James ”, ha detto Cloe.

In onore di James, Cloe si dedicò ancora più intensamente ai suoi figli.

Cloe dice che i suoi ricordi di James con i suoi figli sono ciò che la aiuta a far fronte alla perdita.

“Amava essere un padre più di ogni altra cosa e mi ha reso una madre abbastanza forte per affrontare questo lavoro da sola.”

Insieme ai suoi figli, Cloe mantiene viva la memoria di James in modi semplici ma belli, come ad esempio gonfiare i palloncini e farli volare in cielo.

Cloe dice che le mancherà sempre una parte dell’anima di James. Ma apprezza che suo marito abbia esaudito il suo desiderio: avere una famiglia grande e calorosa.

La famiglia Green ha fatto molto per sostenere Cloe e i bambini. Tra le altre cose, hanno raccolto più di $ 10.000 per rinnovare il giardino di famiglia per offrire ai bambini un buon posto per giocare.

Cloe ha dovuto affrontare cose che nessuno dovrebbe affrontare, ma in molti modi è diventata più forte dopo la tragedia.

E vedere la sua lotta per se stessa e i suoi figli è davvero stimolante.

Per favore, condividi questa dolorosa storia per celebrare il coraggio di Cloe e per onorare la creazione ispiratrice di James!