Occhio di pernice? Verruca plantare? Come curarli e riconoscerli

Cos’è la verruca plantare? Come si distingue dall’occhio di pernice e da un callo? Quali sono i rimedi? Leggete.

verruca piede

Riconoscere una verruca plantare è davvero molto semplice, ma spesso vengono confuse con calli, duroni e occhio di pernice, vediamo le differenze.

La prima differenza tra una verruca e un callo è che la prima si cura mentre il secondo può ricomparire; ma cos’è la verruca? Si tratta di un virus che si impianta nelle lesioni del piede, mentre il callo è un ispessimento della pelle sottoposta a continui sollecitazioni.

Ciò nonostante può accadere di confondere una verruca plantare con un callo per via della somiglianza.

Ma nel caso dell’occhio di pernice, la faccenda è ancora più complicata perché questo tipo di callo è posto tra le dita, se il virus della verruca è impiantato nello stesso posto, il callo potrebbe non guarire con una pedicure.

Per togliersi ogni dubbio è sempre bene recarsi da un dermatologo che saprà diagnosticare la presenza di verruche plantari e decidere la terapia giusta per l’esportazione.

La verruca plantare si tratta con la crioterapia o con il laser; l’occhio di pernice può essere curato prima con un callifugo, ma se il problema non dovesse risolversi in dieci giorni, è necessario agire con i trattamenti sopracitati.

Come si riconosce una verruca plantare?

- Ha un colore grigio-bruno che diventa giallo al trattamento e dopo la pedicure, a volte si insediano anche nell’unghia e si può notare un brutto ingiallimento.

- La verruca fa male quando ci si preme sopra

- La verruca cresce rapidamente.



Comments are closed.